Kod Feci

“Eppure quel tratto della provincia, a due passi dalla capitale, era tra i più abitati e coltivati dell’isola. Che cosa sarebbero state dunque le contrade veramente deserte? Dopo aver percorso mezzo miglio non avevamo ancora incontrato né un contadino sulla soglia del suo abituro, né un pastore selvaggio che pascolasse il suo gregge forse meno selvaggio di lui, ma soltanto qualche mucca e qualche pecora abbandonate a loro stesse. Come si sarebbero presentate dunque le regioni sconvolte dai fenomeni eruttivi, nate dalle esplosioni vulcaniche e dai sommovimenti del sottosuolo?

Dovevamo apprenderlo in seguito; ma consultando la mappa di Olsen vidi che le evitavamo per costeggiare invece l’estremo lembo sinuoso del litorale. Il grande movimento plutonico si era concentrato infatti sopratutto nell’interno dell’isola dove gli strati orizzontali di rocce sovrapposte, detti trapp in lingua scandinava, le fasce trachitiche, le eruzioni di colate di lava e di porfido in fusione hanno creato un paesaggio di un orrore sovrannaturale. Non ebbi più dubbi allora sullo spettacolo che ci attendeva nella penisola dello Sneffels, nella quale i guasti di una natura impetuosa hanno creato un caos apocalittico.”

Jules Verne

Viaggio al centro della terra – 1864

“In Sneffels Yoculis craterem kem delibat umbra Scartaris Julii intra calendas descende, audas viator, et terrestre centrum attinges. Kod feci. Arne Saknussemm.”

“Scendi nel cratere dello Yocul di Sneffels che l’ombra dello Scartaris viene a sfiorare prima delle calende di luglio, o viaggiatore audace, e tu perverrai al centro della Terra. Ciò che io ho fatto. Arne Saknussemm.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...